AstraZeneca – La reazione avversa nascosta

Il “caso avverso” verificatosi a inizio settembre tra i volontari su cui la casa farmaceutica AstraZeneca sta testando il vaccino anti Covid 19, elaborato ad Oxford e già acquistato in 420 milioni di dosi da quattro ministri della Salute di altrettanti Paesi dell’UE tra i quali il nostro Roberto Speranza, non era il primo. Ma ai giornali e ai media il primo caso è stato tenuto nascosto.
A un’altra donna infatti, già a luglio scorso, dopo l’inoculazione del siero sperimentale era stata diagnosticata la mielite trasversa. La sperimentazione si era bruscamente arrestata fino a quando i rappresentanti della casa farmaceutica avevano dichiarato che la patologia in questione non fosse da collegare al vaccino.
“L’incidente di percorso” di cui si è parlato anche in italia all’inizio di questo mese, quindi, non era il solo.
E la questione comincia sinceramente a farsi preoccupante.

ti e' piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email

NEWSLETTER

Manteniamo i tuoi dati privati e non li condividiamo. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

potrebbe anche interessarti

Chiamata al Singolo

È sciocco e inutile continuare a farsi prendere in giro, confidando in miti logori e sconfitti come quello del corteo di protesta nelle piazze. Sono…

AstraCapestro

Una delle tante cose divertenti a cui stiamo assistendo in questi giorni è la “crociata”, dai toni altamente minacciosi, dell’Unione Europea nei confronti dei cosiddetti…

Aldo Moro e la Casa degli Spiriti

Alle 11,30 del mattino iniziava il rastrellamento. Ventidue uomini, tra carabinieri e poliziotti, si accingevano a perlustrar l’area circostante un’antica casa colonica che si affacciava…