Intervento al Convegno Leggere la complessità. La Filosofia e il quotidiano

Firenze, Convitto della Calza, 27 marzo 2012

ABSTRACT

* La Filosofia a scuola: insegnare l’inutilità

E’ verissimo, la Filosofia non serve a nulla.

Ma perché non provare a trasformare un “limite”

in una quotidiana ricchezza?

* Da Socrate a Pinocchio, passando per Kant.

Il disinteresse come condizione fondamentale

per un’autentica, quotidiana moralità

L’Anello di Gige, per una morale anti-utilitaristica, da considerarsi un Bene per sé

* La virtù insegnabile.

Il contenitore vuoto di una kierkegaardiana “Presa di coscienza

Una didattica che insegni a comprendere, a ragionare, a cavarsela da soli.

Per passare da una “scuola dell’Autonomia” ad una “Scuola di autonomia”

* Heidegger a Messkirch:

Pensiero calcolante e Pensiero meditante, passeggiando nel Bosco

L’inutilità della Filosofia al servizio dell’autentica Felicità.

Insegnare ed imparare ad essere felici

* Il volo al Tramonto.

Quale destino per l’inutilità teoretica e morale,

nella scuola dell’Autonomia e dell’Etica ipotetica?

Troppo tardi per insegnare davvero ad essere persone

responsabili e soddisfatte di sé?

Organizzato da Edizioni D’Anna/Loescher e Società Filosofica Italiana. Patrocinio MIUR

Cfr a tal proposito.: P. Ratto, Della Filosofia e del suo inalienabile diritto all’inutilità, Venezia, Ca’ Foscari, 2015

ti e' piaciuto questo articolo? Aiutami condividendolo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email

potrebbe anche interessarti

Tu, cosa ne pensi?

“Ma sul serio, prof?” È parecchio preoccupato, Gabriele. Lancia un paio di occhiate in giro, poi torna a fissarmi, sgomento: “Davvero, prof?” Davvero, cosa? “Davvero…

Io propongo

Io propongo un sistema di istruzione laico e indipendente, che emani e trasmetta passione e interesse, che incolli i ragazzi alla sedia trasformando lo stantio…
All articles loaded
No more articles to load
Chiudi il menu