Vaccino AstraZeneca. Ora ci scappa il morto

Le azioni di AstraZeneca scendono improvvisamente a causa di una notizia dai contorni quanto meno drammatici. Dopo i due casi di mielite trasversa verificatisi in due donne incluse tra i volontari sottoposti alla sperimentazione del vaccino, ora ci scappa il morto. Un cittadino di San Paolo. In quel Brasile in cui, ormai, stando ai bilanci ufficiali si contano 116 mila decessi.
In Italia, l’ANSA si è affrettata a sottolineare come la vittima non avesse ancora ricevuto il vaccino, ma non si capisce allora come mai abbia appena inserito la notizia in primo piano. Tanto più che, invece, su siti come quello di CNBC si specifichi apertamente:”non è chiaro se il volontario avesse ricevuto ricevuto il vaccino”, aggiungendo che secondo la Reuters se la vittima “avesse fatto parte del gruppo che ha già ricevuto il siero, il processo di sperimentazione sarebbe stato interrotto”.
Deduzione più che sensata, per carità, non fosse che, attualmente, nessuna certezza in tal senso sia stata fornita.
AstraZeneca, comunque, non ha dubbi. Nessun problema: avanti tutta.
Il siero sarà pronto a dicembre.

Per approfondimenti su AstraZeneca, si veda qui il mio studio.

ti e' piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email

NEWSLETTER

Manteniamo i tuoi dati privati e non li condividiamo. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

potrebbe anche interessarti